Interpretando gli obiettivi generali del processo di formazione fissati dal Ministero dell’Istruzione  attraverso le “Indicazioni Nazionali per il Curricolo dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione” (D.P.R. 20 marzo 2009 n. 89 e D.M. n. 254/2012), il Collegio Docenti si impegna a perseguire queste finalità guidato dal principio dello star bene imparando insieme:

 

  • Sviluppare l’identità: imparare a conoscersi e a essere riconosciuti come persone con ruoli molteplici: bambino-ragazzo, alunno, compagno, maschio-femmina (identità di genere), cittadino
  • Sviluppare l’autonomia: imparare a governare il proprio corpo, avere fiducia in sé e negli altri, chiedere aiuto, leggere le proprie emozioni per gestirle, comprendere le regole di vita quotidiana
  • Sviluppare i saperi disciplinari: attraverso esplorazioni guidate valorizzare la curiosità e favorire un’organizzazione significativa alle scoperte dei bambini; esercitare le differenti potenzialità del pensiero introducendo gli alfabeti delle discipline; valorizzare le discipline come punti di vista, di interpretazione, di rappresentazione della realtà; attraverso esperienze interdisciplinari promuovere  l’elaborazione di un pensiero integrato
  • Sviluppare le competenze: imparare a fare domande, riflettere sulle esperienze, negoziare i significati, stimolare il pensiero analitico, logico, critico, coltivare la fantasia e il pensiero divergente, elaborare mappe cognitive
  • Sviluppare il senso di cittadinanza: rispettare gli altri, condividere le regole, partecipare alle decisioni, gestire i contrasti, intraprendere negoziazioni e mediazioni, sperimentare nella pratica relazioni positive e di collaborazione
  • Sviluppare il senso di responsabilità: far bene il proprio lavoro,  aver cura di sé, aver cura dell’ambiente.

 

Affinché le finalità elencate si realizzino al meglio nell’acquisizione di obiettivi cognitivi-educativi e formativi,  la scuola riconosce essenziale realizzare un clima sociale positivo nella vita quotidiana in classe. Nonostante i cambiamenti istituzionali intervenuti negli ultimi anni e in particolare la riduzione delle risorse e del tempo scuola, nonostante l’aumento del numero di alunni per classe e l’eliminazione delle compresenze, i docenti intendono mantenere alto il loro impegno professionale e adottare  i seguenti elementi comuni di metodo:

 

  • favorire la partecipazione, incoraggiare il dialogo, proporre strategie di cooperazione tra alunni e tra insegnanti e alunni
  • costruire un ambiente a scuola e in classe di relazione e cura fondato sull’ascolto
  • organizzare gli spazi in modo che siano curati, accoglienti, significativi
  • organizzare un tempo di apprendimento disteso, dove sia possibile esplorare e osservare, chiedere e dialogare, ascoltare e capire per valorizzare l’esperienza e le conoscenze degli alunni  e favorire l’esplorazione e la scoperta in un clima di tranquillità e sicurezza
  • proporre momenti di operatività “laboratoriale” in tutti gli apprendimenti come modalità di lavoro che incoraggia la sperimentazione progettuale, il pensare-realizzare-valutare le proprie azioni …

 

L’intenzionalità educativa dell’istituto si articola in 4 aree progettuali:

 

P01.FORMAZIONE EDUCATIVA (Relazioni Educative (sportello ascolto, gestione conflitti, ed. socio-affettiva-sessuale), Ap&Ap, Progetto Pace, Educazione ambientale, Educazione alla Salute, Sicurezza)

 

P02.SVILUPPO DEGLI APPRENDIMENTI (Progetto lettura, Continuità, Orientamento, Attività motoria, Attività musicali, Attività di potenziamento, Nuove tecnologie)

 

P03.RIMOZIONE DEGLI OSTACOLI (Spazio lingua e DSA, Azioni di recupero - Gruppo Inclusione -  Integrazione alunni Disabili, Stranieri e Nomadi)

 

P04. RICERCA SPERIMENTAZIONE AGGIORNAMENTO

(Matematica, Spazio lingua, Google Suite, Registro on line, sicurezza, Gruppo tecnico d’Istituto)


SPORTELLO ASCOLTO

scuola secondaria: applicazione del Regolamento e Sportello ascolto: rivolto ad alunni (e genitori) che ne facciano richiesta, per affrontare problematiche particolari con l’intervento di una psicologa esterna alla scuola (vedi sezione scuola secondaria).

 

AP & AP

Il progetto, promosso dal Ser.T. Vicenza – ULSS N.6, si propone di incrementare la presenza di fattori di protezione della salute nei preadolescenti all’interno delle scuole secondarie di primo grado. (vedi sezione scuola secondaria)

 

EDUCAZIONE alla PACE

 

“Poiché le guerre nascono nella mente degli uomini, è nella mente degli uomini che si devono costruire le difese della Pace”

dal Preambolo della Costituzione dell’Unesco




  1. A) Obiettivo generale:

Il progetto di educazione alla Pace si propone l’obiettivo di riflettere e agire la pace in ogni sua sfumatura. Attraverso una serie di attività, diversificate per ordine di scuola e distribuite nell’intero anno scolastico, si intende  contribuire ad istituire una comunità realmente integrante e attenta ai temi della solidarietà e della convivenza civile.

 

  1. B) Attività:

Si cura la progettazione delle attività di plesso e il coordinamento di Istituto delle iniziative che celebrano le ricorrenze civiche sui seguenti temi:

  • Giornata della Memoria (27 gennaio);
  • Giornata del Ricordo (10 febbraio) solo scuola secondaria;
  • Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale nella quale, per tradizione e scelta condivisa, l’Istituto celebra la Festa della Pace (21 marzo),
  • Giorno della memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi (9 maggio) solo scuola secondaria;

 

  1. C) Apertura all’esterno/Solidarietà:

All’interno del progetto vengono curate iniziative di promozione della solidarietà consapevole attraverso l’adesione alle seguenti iniziative:

  • Progetto “Donacibo”, promosso dal Banco di Solidarietà di Vicenza “Gruppo Famiglia con amore senza frontiere”;
  • Progetti di adozioni a distanza e/o sostegno.

 

  1. D) In-Formazione:

Nel corso dell’Anno Scolastico è possibile prevedere l’intervento di associazioni esterne ad integrazione e completamento delle attività previste nei plessi (Es. Associazione “Libera”, Associazione “Arci”, Associazione NGO “Carry”, Associazione “Raggi di pace”, Associazione IV Novembre, Associazione Nazionale Alpini).



EDUCAZIONE AMBIENTALE

 

“Progetto Scuole Sostenibili”

Il progetto è finalizzato a fornire informazioni e a sollecitare nei ragazzi e nelle loro famiglie l’applicazione di buone pratiche in ambito ecologico-sociale (vedere progetti di plesso).

 

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

 

“Ed. Alimentare”

L’Istituto Comprensivo Vicenza 8, nel rispetto di quanto espresso dalla recente normativa ( Indicazioni Nazionali per il curricolo, D.M. 254), rilevando nel profilo delle competenze al termine del primo ciclo di istruzione quanto segue:

“L’alunno ha cura e rispetto di sé, come presupposto di un sano e corretto stile di vita”

propone nella propria offerta formativa attività di educazione alimentare, con una consequenziale e positiva ricaduta nell’educazione alla salute, prevista anche dal curricolo di Cittadinanza e Costituzione.

 

"Coraggio, c'è Ric in ospedale con te"

Questo è il progetto che la scuola dell'ospedale rivolge a bambini ed insegnanti delle classi seconde della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo. Constatato che un bambino su due, in un modo o nell’altro, viene a contatto con la realtà dell’ospedale e che la malattia è un evento che può far parte della vita di un bambino si ritiene importante:

  • far conoscere ciò che l’ospedale offre al bambino quando nasce e quando ha bisogno di cure;
  • far conoscere gli strumenti del dottore;
  • far vedere una stanza di degenza ( se possibile );
  • far vedere l’ambulanza e la centrale operativa;
  • far vedere cosa si può fare nella scuola in ospedale;
  • far conoscere l'attività delle persone che, dentro l'ospedale, si occupano di lui.
  • dare spazio al racconto di emozioni e sentimenti nei confronti della malattia;

 

EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA

Secondo quanto previsto dal D.LGS. 81/2008 nella scuola vengono adottate le misure di prevenzione e protezione previste, che sono finalizzate al miglioramento

delle condizioni di sicurezza e della salute delle persone presenti all’interno dell’edificio scolastico: docenti, non docenti e studenti. Agli alunni vengono proposte riflessioni con lo scopo di diffondere la cultura della sicurezza e vengono attuate periodicamente prove di evacuazione. Inoltre vengono organizzati interventi di formazione e aggiornamento per tutto il personale dell’Istituto.


L’istituto promuove interventi e iniziative diverse che mirano a integrare lo studio delle discipline curricolari con lo sviluppo di competenze che maturano nella realizzazione di specifiche attività proposte come “compiti autentici”. Queste iniziative concorrono allo sviluppo della persona tenendo conto in particolare di interessi personali, attitudini e capacità.




PROMOZIONE  LETTURA

 

“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria!

Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è un’immortalità all’indietro.”

(Umberto Eco)

 

Attività

Tutte le scuole del Comprensivo aderiranno alla “Giornata Mondiale del Libro” proclamata dall’Unesco il 23 aprile.

La promozione alla lettura verrà attuata da ciascun plesso dell’Istituto attraverso diverse modalità, diversificate in base al grado della scuola, ma tutte finalizzate a promuovere i libri e la lettura, con lo scopo di avvicinare anche i lettori più restii all’oggetto che, per eccellenza, racchiude mondi ed emozioni, fantasia e realtà, gioie e dolori. Le biblioteche scolastiche di ogni sede consentiranno agli alunni di attingere ad un patrimonio librario ampio e condiviso con la rete RBS. Gli incontri con autori e lettori promuoveranno la lettura ad alta voce ed i benefici ad essa connessi, abituando i ragazzi all’ascolto attivo, alla riflessione, allo sviluppo dell’emotività e dell’empatia.

Le manifestazioni legate alla lettura e ai libri proietteranno i ragazzi in una dimensione universale di condivisione e di scambio.

CONTINUITA’ INFANZIA PRIMARIA

Per il passaggio infanzia - primaria il progetto intende:

  • promuovere le  relazioni tra la scuola primaria e le scuole dell'infanzia del territorio
  • mettere a confronto le richieste della scuola primaria con le finalità della scuola dell'infanzia
  • curare l'accoglienza dei bambini che passano alla scuola primaria
  • progettare esperienze condivise di conoscenza reciproca tra i bambini dei due ordini di scuola

 

CONTINUITÀ PRIMARIA SECONDARIA

Attività

  • lezione – concerto degli allievi dell’indirizzo musicale agli alunni di 5^ (gennaio)
  • laboratori (storia, inglese, musica….)
  • giochi ELME tra classi 5^ della primaria e 1^ della secondaria, organizzati dai docenti di Ed. Fisica (aprile)






ORIENTAMENTO

      

Attività

L’alunno viene abituato a riflettere sulle tappe del proprio percorso formativo e sui risultati del proprio lavoro tramite momenti di discussione comune, di dialogo personale, di ricostruzione di memoria storica e altre modalità concordate nelle classi in stretta collaborazione con la famiglia.

(vedi sezione scuola secondaria).

                                                             

 

PROGETTO SPORTIVO D’ISTITUTO

Le attività motorie e sportive si inseriscono nella scuola dell’autonomia nell’ottica dell’unitarietà dell’offerta formativa e nella realtà socio-culturale odierna, rispondono perseguendo:

 

Finalità:

  • Accrescere le opportunità di incontro degli alunni, qualificare la loro socializzazione e le dinamiche relazionali.
  • Sviluppare le competenze all'interno della disponibilità sociale, della solidarietà, della comprensione e della collaborazione con gli altri.
  • Educare al Fair Play, migliorando l'autocontrollo e la lealtà, per acquisire rispetto dell’altro in autonomia e consapevolezza e raggiungere un'adeguata Convivenza Civile.
  • Favorire l’orientamento sportivo e lo sviluppo dello spirito di appartenenza scolastica.
  • Educare gli alunni a prestare attenzione alle tematiche della salute e del benessere, creando le premesse per una sana e continuativa abitudine alla pratica sportiva e all’acquisizione di corretti stili di vita.
  • Promuovere la continuità didattica in coerenza con il curricolo d'Istituto.

Obiettivi:

  • Promuovere e coordinare la realizzazione delle attività  motorie/sportive nella scuola primaria e nella scuola secondaria di I grado.
  • Migliorare l’autostima attraverso le competenze motorie e relazionali.
  • Offrire l’opportunità di pratica per tutti, con particolare attenzione ai soggetti svantaggiati. Recuperare eventuali forme di disagio.
  • Accrescere le competenze motorie e imparare a  riconoscere le proprie capacità organizzative attraverso molteplici esperienze.
  • Consolidare il rapporto di collaborazione con le famiglie e il territorio.

 

I plessi, singolarmente o in collaborazione tra loro, tenuto conto delle specifiche realtà e opportunità offerte dal territorio e nel vincolo delle risorse rese disponibili, realizzeranno i progetti descritti nelle rispettive sezioni.



CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

L’Istituto ha costituito il Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado, promosso dalle inss. di Ed. Fisica, finalizzato

  • alla diffusione dell'avviamento alla pratica sportiva e, in generale, la diffusione di una cultura sportiva per tutti gli alunni anche attraverso lezioni con esperti di multi sport per la scuola primaria durante il corso dell’anno scolastico, in collaborazione con le Società Sportive.
  • Adesione ad iniziative, a progetti e a manifestazioni promosse dalle agenzie territoriali ( UAT, CONI, ...)
  • alla realizzazione di attività inclusive per le fasce più deboli e disagiate (alunni diversamente abili e BES);
  • alla promozione di abitudini e stili di vita sani;  
  • allo sviluppo del senso civico.

 

POTENZIAMENTO LINGUA STRANIERA

Il dipartimento di Lingue cura il potenziamento degli apprendimenti di lingua straniera con iniziative diversificate tra scuola primaria e secondaria.

Attività

  1. a) nella Scuola Primaria:
  • Teatro in lingua Inglese nelle classi quarte di tutti i Plessi, con oneri a carico delle famiglie.
  • Storytelling e Lettorato nelle classi terze e quinte, con oneri a carico delle famiglie.
  1. b) nella Scuola Secondaria:
  • Lettore madrelingua nelle classi prime, seconde e terze (inglese), con oneri a carico delle famiglie
  • Lettore madrelingua francese e spagnolo in tutte le classi  in orario pomeridiano (facoltativo), con oneri a carico delle famiglie
  • Promozione di iniziative estive: viaggi all’estero  (facoltativo), con oneri a carico delle famiglie



TIC (tecnologie dell’informazione e della comunicazione)

Attività

Verso l’esterno

  • Sito
  • Scrutini e pagelle On-line
  • Sperimentazione compiti e colloqui on line (per alcune classi aderenti)
  • Google suite for education anche in chiave di educazione all'uso funzionale, produttivo e positivo delle TIC

Verso l’interno

  • Sito
  • Registro elettronico/Scrutini e pagelle On-line
  • Classe 2.0
  • Sviluppo del WIFI
  • Attività di manutenzione dei PC
  • Implementazione di risorse tecnologiche
  • Google suite for education anche in chiave di educazione all'uso funzionale, produttivo e positivo delle TIC

 

Progetti

  • Dal Cloud teaching al cloud learning: la didattica sulla cloud
  • Progetto Move towards the future
  • Sviluppo del pensiero computazionale

 

L’Istituto comprensivo Vicenza 8 da sempre persegue una didattica in continuo rinnovamento per ampliare la formazione, aumentare la motivazione allo studio, ridurre il disagio affettivo-relazionale legato alle difficoltà di lettura o di apprendimento in genere, favorire la propensione alla socialità anche attraverso la creazione e condivisione di materiali didattici, stimolando l’apertura mentale e la disponibilità al confronto, riqualificando le forme di apprendimento e di comunicazione fra docente e discente, attraverso la promozione di progetti indirizzati al cloud teaching, ovvero verso una metodologia didattica basata sul cloud che promuova un apprendimento collaborativo e progetti effettuati in ambiente distribuito.

  • aderendo alle Google Suite (GSuite) per favorire il collegamento tra insegnanti e studenti per promuoverne la collaborazione nella produzione di materiali didattici come risultato di un'intelligenza collettiva
  • Progetto “L'officina del codice e la robotica educativa”

 

Quando si parla di coding a scuola s'intende non solo la scrittura di codice, ma in senso più ampio anche l'acquisizione degli strumenti intellettuali per procedere alla risoluzione di un problema. Strumenti che sono propri del pensiero computazionale. “Dovendo risolvere un problema, dovremmo chiederci: quanto è difficile risolverlo? Qual è il miglior modo per risolverlo? [...] Il pensiero computazionale significa riformulare un problema apparentemente difficile in uno che siamo in grado di risolvere, anche riducendolo, incorporandolo in altro, trasformandolo o simulandolo."

Code Week è la campagna europea per la diffusione del pensiero computazionale attraverso il coding. Da quest’anno il coinvolgimento delle scuole è diventato una priorità del Digital Education Action Plan.

La settimana europea della programmazione ( Code Week), quest'anno si svolge dal 6 al 21 ottobre e raccoglie eventi  per offrire a tutti l’opportunità di sperimentare la programmazione in modo divertente, intuitivo e immediato, anche senza conoscenze pregresse, anche senza dotazioni tecnologiche.   

Anche l'Istituto partecipa con iniziative che si realizzeranno tra il 15 e il 19 ottobre  e alla Hour of Code dal 3 al 9 dicembre proponendo delle idee diversificate che spaziano dalla formazione e auto/formazione docenti alla condivisione di esperienze e percorsi con gli alunni.

L’istituto intende inoltre proseguire con la stesura di un curricolo verticale di coding e pensiero computazionale,

  • recuperando le buone pratiche già in uso nell'istituto comprensivo,
  • formando gli insegnanti che desiderano partecipare al progetto,

sviluppando progetti lancio in alcune classi,

  • aiutando i ragazzi ad affrontare le tecnologie del futuro in qualità di utenti attivi e non consumatori passivi.

 

Si prevede di   

  • implementare iniziative legate al progetto estendendole a tutte le classi che vi vorranno aderire e darne visibilità
  • potenziare e aggiornare i supporti infrastrutturali per il sostegno della qualità dell'istruzione e per lo sviluppo della società dell'informazione

Sezioni del PTOF

Visite: 3679

� possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia

LINK UTILI

  • Carta del docente
  • Scuola in chiaro
  • Iscrizioni online
torna all'inizio del contenuto